Lo Scrittoio

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
LoScrittoio.it

Transizioni su piani inclinati

E-mail Stampa PDF

Siamo quindi giunti al punto di aver formato due piani inclinati verso direzioni opposte:

. umani sempre meno pensanti

. macchine sempre più pensanti.

**

La creazione di macchine in grado di imparare e tendere a riprodurre un’intelligenza simile a quella degli esseri umani (e magari superarla), ha spesso solleticato la fantasia di scrittori di fantascienza e di scienziati, oltre che della gente comune. Si tratterebbe in effetti di un evento Storico, con la ‘S’ maiuscola.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 02 Gennaio 2019 10:08 Leggi tutto...
 

Transizioni

E-mail Stampa PDF

Alcuni decenni orsono si riteneva che le macchine dovessero pensare ma non si riusciva a capire come sarebbero arrivate a questo risultato.

Forse a un certo punto si è cominciato a pensare che l’obiettivo fosse troppo ambizioso per quegli anni e qualcuno ha fatto una proposta opposta e più abbordabile: avviciniamo il pensiero umano a quello delle macchine.

Ultimo aggiornamento Giovedì 13 Dicembre 2018 10:07 Leggi tutto...
 

Qualcuno accetta un peggioramento del proprio ambiente. Altri no.

E-mail Stampa PDF

Autore: Flavio Gori

* L' articolo è una riflessione postuma dopo le chiacchierate di qualche anno fa con Maria Chiara Maestrini su queste tematiche che condividevamo.

 

Le periferie delle grandi città, si sa, sono spesso quanto di più triste e trasandato si possa pensare.

Spesso si tratta di aree senza servizi, senza locali pubblici decorosi, come se chi abita in quelle zone, non pagasse le tasse, non meritasse alcunché. Come se anziché un cittadino, fosse solo un consumatore.

Non solo abita in zone popolose, in condomini enormi e senza alcuna forma, stile o personalità, ma deve anche vivere male, deve esser costretto a fare chilometri a proprie spese (spesso auto o moto o quando va bene, biciclette, visto che i servizi pubblici scarseggiano anche per i trasporti) per trovare qualcosa, contribuendo essi stessi a peggiorare l’aria che respirano.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 29 Agosto 2018 21:16 Leggi tutto...
 


Pagina 1 di 22

Chi è online

 3 visitatori online